Come piegare un sacco a pelo

piegare-sacco-a-pelo

Se anche tu hai trovato delle difficoltà nel ripiegare il sacco a pelo dopo averlo utilizzato, ecco alcuni consigli per farlo rientrare dentro la sacca e occupare, così, meno spazio possibile. Probabilmente avrai sentito qualcuno dire che è meglio non ripiegarlo, perché si potrebbe rovinare, e conservarlo direttamente così com’è; in realtà, è preferibile ripiegarlo proprio per evitare che si rovini, per mantenerlo pulito e per poterlo trasportare con maggior facilità.

• non può esserci ripiegatura senza pulizia: dunque, prima di iniziare la procedura, solleva da terra il sacco a pelo e scuotilo, così potrai eliminare eventuali briciole o altro materiale rimasto all’interno;

• la prima operazione che dovrai compiere è chiudere la cerniera, facendo estrema attenzione a non “pizzicare” l’imbottitura. Una volta richiuso il sacco a pelo, distendilo per terra e schiaccialo in modo tale da far fuoriuscire l’aria rimasta al suo interno. Fa’ attenzione: i bordi e gli angoli devono essere allineati in modo perfetto, altrimenti rischi di non poterlo arrotolare nel modo giusto;

• a questo punto piegalo a metà, dal lato lungo, e comincia ad arrotolarlo, a partire dal cappuccio e sino all’estremità opposta, stringendo il più possibile così da eliminare ulteriore aria. Ti svelo un trucchetto: puoi mettere un bastone (oppure un palo della tenda da campeggio) all’estremità del sacco a pelo ed arrotolarlo intorno ad esso. Se, mentre lo stai avvolgendo, dovessi accorgerti che la forza utilizzata non è sufficiente, ricomincia daccapo;

• una volta finito di arrotolare, il sacco a pelo deve essere inserito nella sua sacca originaria, ovvero quella che ti è stata data nel momento in cui l’hai acquistato. Questo passaggio è il più delicato, quindi devi stare molto attento: la chiave vincente è ridurre al minimo il volume del sacco a pelo, cercando di stringere quanto più possibile la prima parte che deve entrare all’interno della sacca. Se stringerlo con le mani non dovesse essere sufficiente, aiutati con le gambe: ogni mezzo è utile pur di riuscire a limitare le dimensioni del sacco a pelo. Per questa ragione, se sono presenti dei cavi o delle cinghie che permettono di comprimere il sacco a pelo prima di riporlo nella sacca, è bene usarli stringendo in modo energico così da compattarlo ancora di più. La maggior parte dei sacchi a pelo ha delle cinghie elastiche posizionate sul bordo inferiore. Quindi, mentre stringi, fai pressione al centro usando il ginocchio. Dopo aver stretto per bene, puoi togliere il bastone dal centro e inserire il sacco a pelo nella borsa apposita;

• quando avrai infilato completamente il sacco a pelo nella borsa, non ti resta altro da fare che chiudere il tutto e poi conservarlo;

• in alcuni casi può capitare che insieme al sacco a pelo ci sia pure un materassino: puoi ripiegarli separatamente e conservarli poi ognuno nella sua borsa, oppure piegarli insieme avvolgendoli uno sull’altro. Ricordati che si comincia sempre dal cappuccio;

• per ripiegare in maniera più rapida puoi affidarti ad un sacchetto sottovuoto, all’interno del quale inserire il sacco a pelo, e per eliminare l’aria adopera un’aspirapolvere. Con questo sistema le dimensioni del tuo sacco a pelo verranno ridotte di parecchio;

• ultimo suggerimento: ricordati di non ripiegare mai il sacco a pelo umido o ancora bagnato, poiché potrebbe crearsi della muffa se lasciato arrotolato per troppo tempo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *